Erchie, è un piccolo borgo di pescatori, conta  meno di centocinquanta abitanti. Morfologicamente il paesino si presenta come un anfiteatro sul mare, circondato dai Monti Lattari. Su due versanti, Est e Ovest, si possono ammirare due antiche  torri saracene. La torre a Est è stata restaurata e ancora oggi vi sono, tra le sue mura e splendide terrazze sul mare, cerimonie ed eventi. Sorte diversa per la torre sul versante opposto che giace in stato di abbandono, ma è proprio alle spalle di questa torre che nasce il nostro sito di immersione! Superata la torre si svela una delle prime  “calette” accessibile solo via mare, non ha origine naturale in quanto era una ex cava della Italsider. Benvenuti a “Punta Tummulo”!

Essa prende il suo nome da un evento storico accaduto  intorno al 1500d.c. quando durante una battaglia in questa baia furono tumulati più di mille soldati, da qui la torre prende il nome di punta Tumulo. Le popolazioni locali che si sono susseguite nei secoli successivi erano molto varie e cosi anche i loro dialetti che di conseguenza  hanno cambiato il nome di Punta Tumulo in Punta Tummulo.

Per la maggior parte dell’anno, l’acqua trasparente svela un fondale travolgente, che parte da mt.1. e arriva alla profondità massima di mt.18. Questo lo rende un posto ideale per passare splendide giornate a fare Snorkeling e DSD. L’immersione è caratterizzata da due tunnel estremamente larghi che permettono l’ingresso e l’uscita dalla baia passando da parte a parte al disotto della montagna e dalla torre. Le pareti permettono facili incontri con murene, polpi, saraghi, scorfani rossi, nudibranchi, orate, gorgonie gialle, margherite di mare, granchi, gamberi, gigli, stelle rosse e tanto ancora…  Consigliatissimo anche per le immersioni notturne al chiaro di luna.

Livello:FACILE

Prof. Max:mt.-18.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *